Tiralatte elettrico o manuale?

Ci sono davvero tantissimi tipi di tiralatte, che variano tra loro per marca, modello e fasce di prezzo. Ma quali sono in realtà i migliori e più affidabili sul commercio? E soprattutto, la domanda che tutte le donne che pensano di voler utilizzare un tiralatte si chiedono: meglio tiralatte elettrico o manuale? Scopriamolo insieme in questo articolo!

Tiralatte: a cosa serve e perché usarlo

Il tiralatte è uno strumento importante per le neo mamme che vogliono allattare i loro piccoli al seno ma che, per motivi di lavoro o altri impedimenti, non possono allattare direttamente.

Allattare significa dare al neonato un alimento ad alto valore nutritivo, capace di rafforzare le sue difese immunitarie, e creare una salda e forte unione tra mamma e bambino.

Il tiralatte è quell’accessorio che permette di estrarre il latte materno dal seno e di conservarlo al fine di darlo al neonato anche nei momenti in cui la mamma non è presente. Ciò che rende particolarmente interessante il tiralatte è il fatto che permette di preservare tutti i benefici che il latte materno ha in sé che sono fondamentali per una sana e corretta crescita del piccolo.

tiralatte manuale o elettrico?

Tiralatte manuale

Il tiralatte manuale è stato il primo ad essere stato inventato e, nonostante le migliorie che ha avuto nel corso degli anni, non è ancora all’altezza del tiralatte elettrico né per modalità d’uso né per prestazioni.

Tiralatte manuale: come si usa? Questa tipologia di tiralatte permette di tirare il latte materno semplicemente appoggiando la coppa al seno e agendo sulla pompetta.

Ma quali sono i vantaggi di un tiralatte manuale? Innanzitutto è molto maneggevole e può essere trasportato facilmente. Inoltre può essere utilizzato ovunque perché non ha bisogno di corrente elettrica ed è più economico e meno ingombrante perché non ha il motore. Al contrario, però, i tiralatte manuali sono in grado di tirare una minor quantità di latte materno e sono molto più faticosi da utilizzare perché, appunto, funzionano a mano.

Ne esistono di due tipologie: a siringa, che vanno appoggiati direttamente sul seno, oppure a stantuffo, che hanno una campana anatomica da appoggiare al seno e una pratica maniglia per reggerlo.

Tiralatte elettrico

Il tiralatte elettrico è uguale a quello manuale, con l’unica grande differenza che funziona a corrente e l’aspirazione del latte dal seno avviene meccanicamente. Ciò lo rende ideale per tutte le neo mamme che pensano di farne un uso molto prolungato nel tempo e non sporadico: il movimento meccanico, infatti, riproduce molto bene il ritmo suzione-pausa tipico della poppata del neonato.

Tiralatte elettrici: come funzionano? Questi tipi di tiralatte effettuano un ciclo composto da due fasi diverse, la prima che aspira il capezzolo e la seconda che lo rilascia. Questa continua alternanza stimola la produzione di latte e determina l’efficacia del tiralatte.

Il tiralatte elettrico permette di ottenere molto più latte, in meno tempo e con zero fatica. Infatti, maggiore è la velocità di estrazione (ovviamente quella meccanica è superiore a quella manuale), maggiore è la quantità di latte che arriva. Al momento dell’acquisto, quindi, consigliamo sempre di tenere in considerazione il numero di cicli al minuto di aspirazione e rilascio.

Ulteriori vantaggi di un tiralatte elettrico sono il fatto di poter pompare il latte dai due seni contemporaneamente e il fatto di poter aspirare comodamente rilassati, anche mentre sei sul divano a leggere o guardare la televisione.

Come si usa il tiralatte

  1. Applicare la coppa sul capezzolo, in modo che formi un vuoto con la cute del seno
  2. Attivare il meccanismo di estrazione che imita la poppata del bambino
  3. A questo punto il latte si riversa dalla coppa direttamente al contenitore o al biberon collegato
  4. Una volta pronto, il latte deve subito essere messo in frigorifero e va dato al piccolo entro poche ore dal prelievo, al fine di evitare contaminazioni che potrebbero danneggiare il suo sistema digestivo che è ancora molto delicato
  5. Pulire e sterilizzare con cura il tiralatte al termine di ogni utilizzo

Il tiralatte va utilizzato per circa 10 minuti a mammella e per un massimo di circa 4/6 volte al giorno.

Tiralatte manuale o elettrico? Pro e Contro

Tiralatte manualeTiralatte elettrico
Più economicoPiù costoso
Più piccoloPiù ingombrante
Più lento a tirare il lattePiù veloce a tirare il latte
Tira poco latteTira molto latte
Impiega molto tempoImpiega poco tempo
Più faticosoPiù rilassante
PortatileUso solo in casa

Quindi, quale dei due tipi di tiralatte è meglio comprare? Non c’è una risposta precisa a questa domanda, ma dipende dall’uso che se ne vuole fare. In linea generale possiamo dire che il tiralatte manuale è più adatto ad un uso sporadico dello strumento, quello elettrico, invece, ad un uso prolungato.

Modelli e prezzi tiralatte elettrico o manuale

Ci sono tantissime marche che si occupano della produzione di tiralatte. Tra quelle più conosciute ritroviamo Medela, Philips Avent, Chicco, Nuk, Mam, Momcozy, Lictin, Bellababy, Nuvita e Wondfo.

Nel corso del tempo ogni modello di tiralatte si è evoluto per diventare sempre meno invasivo e fastidioso da utilizzare per le donne, che adesso possono compiere questa operazione in completo relax. Tuttavia, tra i migliori modelli di tiralatte manuale che ci sentiamo di consigliarvi troviamo:

Invece, tra i migliori tiralatte elettrici vi consigliamo:

Per quanto riguarda i tiralatte manuali, i prezzi si aggirano tra i 25 e i 40 euro, mentre i prezzi del tiralatte elettrico variano dai 40 fino ai 130 euro per i modelli più sofisticati. Ovviamente il prezzo dipende soprattutto dalla qualità del prodotto, quindi se volete fare un buon acquisto vi conviene investire un po’ più di soldi ma ne varrà la pena e non resterete deluse!

Leave a Reply