Bambini in Auto – Cosa dice la legge

Hai dei figli piccoli che spesso salgono a bordo dell’auto, anche solo per brevi tragitti, e desideri sapere cosa prevede la legge riguardo il trasporto di bambini in auto? In questo articolo cerchiamo di capire che cosa dice il Codice della Strada riguardo la sicurezza bambini in auto per evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni.

Col passare degli anni, le normative bambini in auto sono giustamente diventate sempre più fiscali e specifiche. Proprio per questo motivo abbiamo pensato che potrebbe essere utile fare un po’ di chiarezza sulla questione.

Obbligo seggiolini per bambini in auto

L’articolo 172 del Codice della Strada prevede che tutti i bambini minori di 12 anni e di altezza inferiore ai 150 centimetri debbano obbligatoriamente viaggiare col seggiolino per bambini in auto. Ovviamente, a seconda del peso e dell’altezza del bambino dovrà essere utilizzato un dispositivo di sicurezza adeguato a loro.

La normativa europea, infatti, prevede cinque gruppi di supporti. Vediamoli insieme:

  • Gruppo 0. Sono dei seggiolini adatti a neonati tra 0 e 15 mesi circa e di un peso che si aggira attorno a 0 e 10 chili. Questi lettini consentono al neonato di viaggiare in posizione quasi completamente sdraiata.
  • Gruppo 0+. Questi seggiolini sono molto simili a quelli del gruppo precedente, con la sola differenza che hanno una maggiore protezione per la testa e le gambe del piccolo. Anch’essi sono stati pensati appositamente per neonati tra 0 e 15 mesi e con peso tra 0 e 13 chili.
  • Gruppo 1. Questi seggiolini auto per bambini devono essere fissati attraverso la cintura di sicurezza dell’automobile per evitare che si spostino durante la marcia. Devono essere utilizzati da bambini che pesano tra i 9 e i 18 chili e di età compresa tra i 9 mesi e 4/5 anni.
  • Gruppo 2. Si tratta di seggiolini alzabimbo, dotati di braccioli e di un piccolo schienale, che permettono al bambino di usare le cinture di sicurezza dell’auto. Grazie a questi dispositivi di sicurezza, infatti, le cinture passano nei punti corretti come se fossero usate da degli adulti. Sono pensati per bambini di 4/6 anni con un peso che si aggira tra 15 e 25 chili.
  • Gruppo 3. Anche questi sono seggiolini di rialzo, ma senza braccioli, per aumentare l’altezza del bambino e consentirgli di usare in autonomia la cintura di sicurezza. Devono essere usati da bambini tra i 6 e i 12 anni e tra i 22 e i 36 chili.

Seggiolini auto? Si, ma solo se omologati!

I seggiolini auto per bambini devono necessariamente essere omologati e conformi alle regole. Sono, infatti, vendibili ed acquistabili solo i modelli riconosciuti con la sigla ECE R 44-03 o ECE R 129. Quali sono le principali differenze tra le due omologazioni?

  • La prima classifica i seggiolini in base al peso, la seconda in base all’altezza del bambino.
  • La prima impone l’obbligo di trasporto sul sedile anteriore solo in senso contrario di marcia fino a 9 chili di peso, la seconda fino a 15 mesi d’età.
  • La prima valuta solo l’impatto frontale nei crash test, la seconda sia quello frontale che quello laterale.
bambini in auto

Trasporto bambini in auto senza seggiolino

La legge bambini in auto dichiara che, anche se il bambino non ha ancora compiuto 12 anni ma supera il metro e 50 di altezza o se ha un peso o un’altezza inferiore a quelli stabiliti dalle normative in vigore pur avendo già compiuto 12 anni, non è più obbligatorio l’uso del seggiolino di sicurezza.

Una volta che il bambino esce dai limiti di età, peso e altezza stabiliti per legge, avrà la possibilità di viaggiare in auto su qualsiasi sedile e senza alcun dispositivo di sicurezza.

Bambini in auto davanti

I bambini più piccoli che utilizzano ancora i seggiolini appartenenti al gruppo 0 e 0+ possono viaggiare sul sedile anteriore, purché l’airbag sia stato disattivato. I seggiolini del gruppo 1, 2 e 3, invece, possono essere posizionati su qualsiasi sedile senza alcuna restrizione.

Infatti, i bambini che pesano meno di 9 chili possono stare davanti, anche se rivolti nel normale senso di marcia, solo se l’airbag non è funzionante.

I bambini di età superiore ai 3 anni, infine, possono sedersi davanti, ma solo se la loro altezza è superiore al metro e mezzo.

Legge anti abbandono bambini in auto

A partire da novembre 2019 è stata applicata una legge che prevede l’obbligo dell’utilizzo di particolari dispositivi per non dimenticare i bambini in auto. Tali dispositivi anti abbandono, che devono essere utilizzati con tutti i bambini da 0 a 4 anni di età, si dividono in quattro categorie:

  • Dispositivi già integrati nel seggiolino
  • Dispositivi che sono in dotazione tra gli accessori dell’automobile
  • Dispositivi universali anti abbandono da applicare al seggiolino, che valgono cioè per ogni tipo e modello di seggiolini auto
  • Dispositivi ad hoc da applicare al seggiolino, che valgono solo per alcuni tipi e modelli particolari di seggiolini

I dispositivi anti abbandono sono dotati di un sensore che si collega tramite bluetooth ai cellulari dei genitori. Nel momento in cui si chiude l’auto ma il seggiolino del bambino risulta ancora allacciato, il dispositivo inizia a suonare e invia automaticamente un sms di allarme ai numeri di telefono collegati.

Cosa succede se non si rispetta la legge bambini in auto?

Chi non utilizza nel modo corretto o non utilizza del tutto i seggiolini per bambini rischia di incorrere in una sanzione pecuniaria che può variare da un minimo di 75 euro fino ad un massimo di 285 euro. Oltre alla multa, il genitore che trasgredisce le regole si vedrà decurtati 5 punti dalla patente.

Qualora, invece, non si dovessero utilizzare i dispositivi anti abbandono, si rischia una multa variabile da 81 a 326 euro. In più, in caso di recidiva nel giro di due anni, è prevista anche la sospensione della patente per un periodo di tempo che va dai 15 giorni ai due mesi massimo.

Leave a Reply